Nel cuore delle Marche
nelle terre dell’infinito leopardiano
tra sentieri di stelle e rocche celesti.

TERRITORIO

Il Relais Borgo Lanciano è situato lungo il corso del Fiume Potenza, che nasce proprio vicino al Borgo a Fiuminata nel Monte Pennino.

Nella Valle del Potenza sorgono Borghi incantevoli, come San Severino Marche, Camerino, Matelica, Pioraco. Ogni paese racchiude i suoi segreti e particolarità. Lasciatevi trasportare dal gusto del viaggio e dalla curiosità della scoperta, dal fascino del territorio che circonda Borgo Lanciano.

IDEE PER UN WEEKEND NELLE MARCHE

IDEE PER UN WEEKEND NELLE MARCHE

Incastonato tra le verdi e dolci colline marchigiane e a due passi dall’Umbria, Borgo Lanciano gode sicuramente di una posizione unica.

Immerso tra le Alti Valli del Potenza e del Chienti, offre al cliente un paesaggio variegato dominato dalla natura dei verdeggianti Parchi naturali, che si combina alla perfezione con la storia degli splendidi Borghi circostanti: i Castelli che emanano un’immancabile aura di magia, e ancora con i prodotti tipici da assaporare.
Da non perdere i vigneti che danno vita al celebre Verdicchio di Matelica ed infine le tradizioni e le rievocazioni storiche, tutte da scoprire!

I Parchi Naturali

Situato nel cuore dell’Italia, il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, stupisce il visitatore non solo per il suo immenso patrimonio naturale, ma anche per la magia, il mistero, e numerose leggende legate alla Grotta della Sibilla e del Lago di Pilato, che hanno ispirato numerosi poeti di fama internazionale e attratto visitatori già da diversi secoli.

Il Parco Regionale della Gola della Rossa è anche conosciuto come “il Cuore verde delle Marche”: non finirà mai di lasciare senza fiato chiunque lo visiti. Oltre 10 mila ettari di flora e fauna che fanno da guscio alla Gola e alle sottostanti Grotte di Frasassi, tra le più grandi, affascinanti e maestose Grotte d’Europa. Canoa, kayak, rafting, volo libero, speleologia e torrentismo sono soltanto alcuni degli sport praticati all’interno del grande patrimonio naturalistico marchigiano; la natura offre anche ampi spazi al cicloturismo, al golf, all’equitazione.

Antichi Borghi e Castelli: arte, cultura e tradizioni

Il ricco entroterra marchigiano è costellato di riconoscimenti prestigiosi come le Bandiere Arancioni, i Borghi Autentici e le Bandiere Verdi: tra questi spiccano Cingoli, Offida, Offagna, Sarnano, Treia e molti altri ancora. Ma anche i centri più grandi, come Fabriano, hanno una storia da raccontare: da secoli, si continua a trasmettere la tradizione dei maestri cartai, riproducendo fedelmente il processo di produzione della carta all’interno del Museo della Carta e della filigrana.

E ancora: Tolentino, con la sua imponente Basilica di San Nicola. Degno di nota anche San Severino Marche, storicamente al centro di importanti vie di comunicazione, che è stato culla di numerose civiltà, dall’epoca paleolitica, picena e romana fino ai giorni nostri.
La zona intorno a Camerino è inoltre una zona di castelli, fortezze, rocche, risalenti al periodo dal 1200 al 1700, molte delle quali sono opera della Famiglia dei Varano: il Castello di Lanciano, a 600 metri da Borgo Lanciano, circondato da un parco secolare di grande suggestione, anche conosciuto come “castello al femminile”, perché oltre ad essere stato il castello privato di Giovanna Malatesta, nel corso dei secoli è stato spesso in mano alle donne, deve l’aspetto attuale ad una delle ultime proprietarie, la contessa Giustiniani-Bandini, con cui si interseca la storia stessa del Borgo Lanciano.

Spiritualità e Fede: Templi, Abbazie e Pellegrini

Terra di Santi, di Papi, di abbazie, monasteri ed eremi.

Gli itinerari della fede nelle Marche seguono tre assi viari principali, dove sono segnalati abbazie, eremi francescani e santuari. Tra questi, inserito nello spettacolare scenario della Gola di Frasassi, risalendo un sentiero, si raggiunge l’elegante Tempio del Valadier, mentre il suggestivo Santuario di Macereto si trova nel Parco Nazionale dei monti Sibillini. E’ uno straordinario esempio di architettura rinascimentale nelle Marche e fu in passato luogo di presunti eventi miracolosi e per questo di diffusa devozione popolare.

Uno dei tre assi è rappresentato dalla Via Lauretana che, dalla Santa Casa di Loreto, meta di pellegrinaggi già dal XV secolo, arrivano all’itinerario romanico lungo la valle del Chienti, alla basilica di S. Nicola da Tolentino.

Archeologia, Lirica e Teatro

Le Marche godono inoltre di una rete museale imponente, ricca di capolavori e reperti unici: la Regione conserva numerose e importanti testimonianze di epoca romana e di altre decisamente più antiche. II Parco Archeologico di Urbs Salvia (Mc) è sicuramente il più importante e spettacolare delle Marche. Il percorso di visita consente di cogliere la struttura di una tipica città romana, con il suo maestoso anfiteatro e le sua cinta muraria, e termina con la visita al Museo Archeologico Statale che permette infine di avere uno sguardo d’insieme sulla civilizzazione romana del sito.
Le Marche, i Teatri e la Lirica sono considerati un binomio indissolubile. Alcuni tra i compositori e musicisti che hanno reso celebre la musica e la lirica italiana nel mondo sono nati in questa terra: Giovan Battista Draghi detto Pergolesi, Gaspare Luigi Pacifico Spontini e Gioacchino Rossini. La tradizione lirica nelle Marche è viva grazie ai Festivals: tra i più importanti il Rossini Opera Festival, e lo Sferisterio Opera Festival, uniti alle Stagioni liriche di alcuni dei maggiori teatri della regione.

Loc. Lanciano, 5 62022 Castelraimondo MC | Italy
Ph. +39 0737.642844Fax +39 0737.642845
Mail: info@borgolanciano.it